Ecco MG4, la cinese che sfida la concorrenza europea

Un nuovo modello elettrico della famiglia MG è in arrivo. Il marchio è lo stesso che ha firmato le mitiche sportive inglesi, ma dal 2009 è di proprietà del gruppo cinese Saic e ha un volto completamente nuovo con una gamma elettrificata che spazia dai Suv alle berline e alle familiari che sembra piacere ai clienti europei.
Vendite in crescita
Nei primi otto mesi dell’anno, le MG vendute in Europa sono state 60.000 divise tra i quattro modelli attualmente proposti dal costruttore: Zs, Hs, Marvel R ed MG5. Alla gamma ora si aggiunte la MG4, berlina elettrica nata per dare filo da torcere a concorrenti come Volkswagen ID.3, Renault Mégane e Hyundai Kona.
Due motori, due pacchi batteria
La MG4 è basata su una nuova piattaforma dedicata esclusivamente ai modelli elettrici del gruppo Saic (la MPS) che ospita il pacco batterie lungo il pianale e il motore sull’asse posteriore (anche la trazione è posteriore). Due le batterie disponibili: 51 kWh (350 km di autonomia dichiarata) oppure 64 kWh (450 km di autonomia). Con il pacco batterie più piccolo il motore posteriore è da 125 kW (170 cavalli), mentre se si opta per gli accumulatori di dimensioni maggiori la potenza del motore sale a 150 kW (204 cavalli).
In futuro arriveranno anche una versione a lunga percorrenza con batterie da 77 kWh (oltre 500 km di autonomia) e una sportiva a trazione integrale con due motori, uno per ciascun asse, e oltre 400 cavalli di potenza.
Dimensioni e design
La MG4 è una berlina compatta con dimensioni sovrapponibili, e non è un caso, a quelle di Volkswagen ID.3 e Cupra Born. Lunga 4,28 metri, larga 1,83 e alta 1,50, la MG4 ha un passo di ben 2,70 metri favorito dalla piattaforma specifica per modelli elettrici. L’altezza del pacco batterie installato nel pianale è di 110 millimetri, inferiore, secondo quanto dichiarato, a quella della concorrenza per abbassare ulteriormente il baricentro dell’auto a vantaggio della dinamica di guida.
Lo stile è stato curato dal Saic Advanced Design Center di Londra in collaborazione con il Royal College of Art e con il quartier generale del gruppo a Shanghai. “Quando disegniamo i nostri modelli cerchiamo il più possibile di tenere in considerazione la storia del marchio che oggi vive una nuova vita ma condivide quei principi di sportività che hanno sempre caratterizzato MG”, ha dichiarato il capo del design Oleg Son.
Tecnologia e ricarica
I progettisti di MG hanno dotato il nuovo modello di un buon pacchetto di sistemi di assistenza alla guida di serie (il cruise control adattivo “MG Pilot” è standard su tutte le versioni), mentre l’abitacolo è razionale. La quasi totalità delle funzioni si controlla dal display centrale flottante da 10,25 pollici, mentre la strumentazione digitale è trasmessa da uno schermo da 7 pollici.
La MG4 è dotata del “Brake by wire”, il sistema frenante digitale senza collegamento meccanico con le ruote. Tutto viene controllato da alcune centraline e, sebbene inizialmente possa incutere un po’ di timore, questa tecnologia consente di ridurre gli spazi di frenata e avere un intervento dei freni più pronto rispetto a un sistema tradizionale. La MG4 supporta inoltre la tecnologia “Battery Swap” che consente di cambiare agilmente il pacco batterie in caso di necessità. La berlina elettrica monta un carica batterie da 11 kW per la corrente alternata (6,5 ore per il pieno di energia), mentre in corrente continua nella versione con pacco batterie da 64 kWh la potenza arriva a 135 kW (35 minuti per ricaricare fino all’80%) oppure 117 kW sull’allestimento con accumulatori da 51 kWh.
Allestimenti e prezzi
La MG4 è ordinabile (e configurabile sul sito MG) in uno dei 70 punti vendita MG in Italia. Il piano prevede entro la fine dell’anno di arrivare a 100, mentre in Europa l’obiettivo è stato fissato a 840 punti vendita distribuiti in 26 paesi. La berlina elettrica è disponibile in Italia in tre allestimenti (Standard, Comfort e Luxury) con prezzi a partire da 29.990 euro.
Fonte: Corriere Motori