Volkswagen sconta l’Iva sulle auto elettriche

Le auto elettriche, in Italia, si vendono poco: appena 526 esemplari nel primo trimestre dell’anno. La e-Up!, con 10 unità vendute da gennaio a marzo, è il settimo modello più venduto: sul podio ci sono Nissan Leaf, Renault Zoe e Tesla Model S. Per spingere la sua citycar a batteria, così come la nuova versione elettrica con batteria da 35,8 kWh della Golf, Volkswagen Italia ha deciso di fare un bello sconto, chiamato “Progetto valore Volkswagen elettrico”: sconto pari all’importo dell’Iva, quindi 22%, e un valore futuro garantito pari al 50% del prezzo di listino.
Così il prezzo della e-Up! passa da 27.850 a 22.800 euro e quello della e-Golf da 39.250 a 32.200 euro. Inoltre, con un anticipo pari al 20% del prezzo scontato (4.560 euro per la e-Up!, 6.440 euro per la e-Golf), la casa permette di avere per 36 mesi la e-Up! con 199 euro al mese e la e-Golf a 299 euro al mese. Al termine del periodo, il cliente potrà decidere se restituire la sua auto elettrica, acquistarla (anche con finanziamento) o sostituirla. “Magari con la nuova Volkswagen ID, il modello 100% elettrico di futura generazione”, dice Volkswagen Italia, “che sarà disponibile dal 2020 e che sarà proposto a un prezzo pari a quello di una Golf TDI”, cioè sui 30 mila euro.
Vero è che rispetto alle auto spinte da motori a benzina o diesel, le auto elettriche continuano ad avere un costo superiore, ma tra qualche hanno si prevede che i motori tradizionali vengano soppiantati, per legge, da quelli “verdi”, con un abbattimento dei costi di produzione e di vendita. Da qui l’iniziativa della casa di Wolfsburg di venire incontro in anticipo alle esigenze ambientali e dei propri potenziali clienti.