Ritirati dal mercato due noti farmaci

L’Aifa, l’Agenzia italiana del Farmaco, ha predisposto il ritiro immediato dal mercato, su tutto il territorio nazionale, di due note specialità medicinali prodotte dalla società Zentiva Italia Srl. I farmaci in questione sono il Telmisartan ID e la Mirtazapina. Il primo viene utilizzato nella cura dell’ipertensione, mentre il secondo è utilizzato nella terapia farmacologica di diversi tipi di depressione. Nello specifico, alcuni lotti di Telmisartan ID sono stati richiamati dall’Aifa in quanto risulterebbe una fuori specifica del titolo del principio attivo, l’idroclorotiazide. Mentre nel caso della Mirtazapina sarebbero fuori specifica i parametri di resistenza alla rottura delle confezioni.
Per quanto riguarda il farmaco utilizzato nella cura dell’ipertensione, cioè il Telmisartan ID, il lotto che è stato oggetto di richiamo da parte dell’Aifa è quello contrassegnato dalla sigla Telmisartan ID ZE*28CPR80+25 MG – AIC042253169 lotto n°2720616 scad 5/2018. La ditta produttrice, la Zentiva Italia srl, ha provveduto immediatamente al richiamo, fatto che, comunque, sarà verificato dal locale Comando dei Carabinieri per la Tutela della Salute, come prevedono le norme in casi del genere. Per quanto, invece, attiene al farmaco utilizzato nella cura delle sindromi depressive, cioè la Mirtazapina, i lotti incriminati sono quelli contrassegnati come Mirtazapina*ZEN30CPRRIV30MG – AIC037094125 n° 170008 scad. 2/2019 e n° 160700 scad. 2/2019. Ovviamente la raccomandazione degli esperti dell’Aifa è quella di verificare il lotto di prodotto che si va ad acquistare e, se in casa si ha una di queste confezioni, recarsi immediatamente nella farmacia dove è stata acquistata ed effettuare il cambio.
In un’altra comunicazione al mercato, contemporanea a quella di ritiro di cui sopra, l’Aifa ha reso noto che sono disponibili per la consultazione, come previsto da un emendamento alla legge di Bilancio 2017, gli elenchi dei farmaci oncologici, che accedono ai fondi previsti dal Fondo Farmaci Oncologici innovativi. Si tratta, nel dettaglio, di una decina di specialità medicinali, specialmente utili nella cura della Epatite C della fibrosi cistica e della immunodeficienza grave combinata da deficit di adenosina diaminasi. La pubblicazione degli elenchi fa seguito al parere positivo espresso, come richiede la legge, della Commissione Tecnico-Scientifica. Da questo momento quindi i preparati potranno essere venduti nelle farmacie presenti sul territorio nazionale.