Rinviata al 2019 la lotteria degli scontrini fiscali

Un rinvio di un anno. La lotteria degli scontrini , introdotta dalla legge di Bilancio 2017, sarebbe dovuta partire in via sperimentale nel novembre 2017 e a regime dal 2018, ma potrebbe slittare al 2019. In vista della prossima manovra, il governo starebbe infatti studiando un “pacchetto digitale” anti evasione all’interno del quale _ tra le varie novità l’obbligo di fatturazione elettronica tra privati e il “documento unico di vendita” _ sarebbe previsto anche lo slittamento al 2019 della lotteria degli scontrini.
La lotteria degli scontrini è una vera e propria lotteria nazionale collegata agli acquisti che si ripete ogni mese. La legge di Bilancio 2017 ha stabilito l’inserimento, previa richiesta, del codice fiscale del cliente nello scontrino fiscale e nella ricevuta d’acquisto. E se l’acquirente paga con carta di credito, le possibilità di una vincita aumentano. Può partecipare all’estrazione di premi chi effettua acquisti di beni o servizi (purché non chieda la fattura con partita Iva e, quindi, compri in qualità di consumatore e non di professionista o imprenditore) presso negozianti che hanno optato per la trasmissione telematica dei corrispettivi. Lo scopo è quello di incentivare cittadini e negozianti a richiedere e ad emettere gli scontrini fiscali. La lotteria degli scontrini rientra quindi tra le misure adottate dal governo per combattere l’evasione fiscale. Evasione che _ è giusto ricordare _ avviene sistematicamente anche per mezzo di leggi facilmente eludibili che lo consentono, favorendo una moltitudine di privati e aziende, e caricando quasi tutto il gettito fiscale sulle spalle di lavoratori dipendenti e pensionati. In mancanza di misure (e persone) serie e lungimiranti, che altro si poteva inventare il governo se non la lotteria degli scontrini? Ricorda un po’ il gioco del lotto, nato per tenere buono il popolino in cambio di qualche spicciolo e molte illusioni. “Povera patria” canterebbe Battiato.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*