Percorsi dolomitici a misura di disabile

Le Dolomiti sono diventate accessibili ai disabili: le Amministrazioni territoriali, le Associazioni di settore e la Fondazione Dolomiti UNESCO, con il finanziamento del Ministero dei Beni Culturali, hanno realizzato 23 sentieri di montagna dove si potranno fare liberamente escursioni in carrozzina per godersi questo meraviglioso paesaggio naturale diventato Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
Sul sito “Visit Dolomites” è stata pubblicata una mappa interattiva con dettagliati approfondimenti tecnici per facilitare il turista disabile ad ottenere tutte le informazioni per delle escursioni in carrozzina indimenticabili. Oltre alla mappa, viene indicato il livello di difficoltà del percorso, le coordinate Gps, e le caratteristiche del territorio. Si potrà così percorrere itinerari suggestivi che raggiungono, per esempio, la Val Fiscalina, Passo Rolle, la forcella di Lavaredo, la baita Segantini, Prato Piazza e il lago di Carezza.
Inoltre sul portale Dolomiti Unesco sono contenute delle schede ricchissime di informazioni con i percorsi, le modalità di accesso, i parcheggi, le strutture ricettive, la preparazione necessaria, il periodo consigliato e tante altre ancora…
Guide alpine, maestri di sci e accompagnatori di media montagna sono stati formati, attraverso degli appositi corsi indetti dalla Fondazione Unesco e dall’Accademia di montagna del Trentino, ad assistere ed accompagnare turisti con ogni tipo di disabilità, dai disturbi dello spettro autistico a quelli con disabilità motoria e sensoriale.
Molti percorsi sono stati verificati dall’associazione bellunese Assi onlus ed in particolare dal suo presidente, la medaglia d’oro nel tiro con l’arco alle paralimpiadi di Londra 2012 Oscar De Pellegrin.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*