In Liguria i disabili possono “assumere” un familiare

accompagnatori-disabili

La Regione Liguria, per permettere alle persone con handicap una vita autonoma, ha deliberato la possibilità di assumere un familiare con fondi dell’amministrazione.
Grazie a questa delibera, si potrà assumere un assistente familiare o personale con contratto di collaborazione domestica, acquistare domotica, abbattere barriere architettoniche in casa, sostenere spese per l’alloggio e/o di trasporto, iscriversi a corsi di sport o attività ricreative per l’inclusione sociale.
Tutto ciò rientra nelle misure finanziabili col contributo del Progetto di Vita indipendente, quindi anche l’assunzione di un familiare, sino al terzo grado di parentela, come assistente personale nel caso di disabili con accompagnamento, E’ sicuramente una novità.
Il contributo è di 1200 euro mensili, cui può aggiungersi un valore massimo annuale una tantum di 7500 euro, per ogni beneficiario, nel caso di interventi per l’acquisto di ausili, domotica e abbattimento.
Non sarebbe male che tale opportunità fosse ricalcata a livello nazionale.
Valter Nicoletti