La solidarietà passa per la bolletta di luce e gas

idro

Il fondo disabili finanziato con le bollette del gas. In Trentino è nato il progetto “Etika” di Federcoop in collaborazione con Dolomiti Energia. Il fondo per aiutare le persone con disabilità e le loro famiglie è finanziato con una percentuale sulle bollette.
 Il progetto punta a coinvolgere soci e clienti delle Famiglie cooperative a marchio Sait e del circuito Casse Rurali. L’accordo prevede che Dolomiti Energia versi 10 euro l’anno per ciascun nuovo contratto di energia sottoscritto. La donazione aumenterà a 20 euro nel caso in cui l’utente decida di attivare un doppio contratto per la fornitura congiunta di luce e gas. I clienti avranno il vantaggio di avere il 20% di sconto su bollette luce e gas per un anno di contratto e il 10% dal secondo anno in avanti. Si sottolinea che l’erogazione di energia avverrà con energia idroelettrica rinnovabile certificata. I soci Sait, alla sottoscrizione del contratto,  avranno anche altri  vantaggi come, ad esempio, 50 metri cubi di gas gratuiti.
Pagare le bollette del gas e dell’energia elettrica, diciamocelo, non piace a nessuno, ma il progetto “Etika” è sicuramente un modo per rendere l’onere meno “pesante”, in quanto dà all’utente l’opportunità di assicurare un aiuto concreto a chi ne ha davvero bisogno. Sarebbe bello che anche i “colossi” energetici pensassero meno ai profitti e più alla solidarietà.