I Fori Imperiali accessibili anche alle persone disabili

fori-imperiali

La sindaca di Roma Virginia Raggi è intervenuta sul sito comunale per annunciare che l’area archeologica dei Fori Imperiali, in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità, è stata aperta esclusivamente alle persone con disabilità motoria, grazie a una serie di passerelle dislocate all’interno degli scavi.
Lo scorso 25 novembre era stato inaugurato un nuovo percorso per disabili ai Fori Imperiali che chiude il progetto “Senza barriere”, ideato dieci anni orsono. Un piano per l’accessibilità che finalmente garantisce una piena visibilità di una delle aree archeologiche più importanti del mondo.
L’ingresso all’area  si trova in piazza Santa Maria di Loreto, vicino alla Colonna Traiana. Il percorso si articola tra una parte del Foro di Traiano, per poi passare sotto i Fori Imperiali, tra le cantine delle antiche abitazioni del Quartiere Alessandrino, per poi sbucare tra le vestigia del Foro di Cesare e terminare al Foro di Nerva, da dove i visitatori potranno tornare sui via dei Fori Imperiali.
“Il progetto Senza barriere _ spiega la Soprintendenza Area Archeologica di Roma _ è funzionale a una valorizzazione dei siti e dei musei aperti a tutti e senza esclusioni. L’idea alla base è che non esistano abili e disabili, ma che una facile accessibilità sia un diritto anche di chi è stanco, pigro o voglia semplicemente fare una tranquilla passeggiata”. L’intero tracciato, poi, è stato realizzato con materiali naturali e compatibili nel pieno rispetto della realtà storica che lo circonda.
Per prenotare una visita bisognerà farlo tramite il centralino di Zètema 060608. Le visite saranno possibili tutti i giorni della settimana e sono riservate a gruppi organizzati. Il costo del biglietto, per la visita guidata di un’ora, costa 4 euro mentre il ridotto ne costa 3.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*