Ecco la lampada da tavolo UV-C che elimina virus e batteri

Signify (Philips) mette in commercio sul mercato italiano una lampada da tavolo UV-C per la disinfezione e quindi capace di neutralizzare virus e batteri. Ovviamente non è una comune lampada da impiegare ad esempio per leggere un libro in salotto, ma uno strumento germicida che porta in ambito domestico una tecnologia analoga a quella già impiegata in ambulatori, studi e ospedali. “Mentre tutto il mondo si sta adattando alle sfide e alla nuova normalità dell’era Covid-19, noi di Signify ci sentiamo in dovere di contribuire alla crescente necessità di sanificare oggetti e superfici da parte delle persone”, ha sottolineato Rowena Lee, Division Leader Digital Products di Signify.
La lampada UV-C
La lampada di Signify misura 24,7 x 12 x 12 centimetri, pesa 812 grammi e ha una potenza di 24 Watt; ovviamente va connessa alla presa elettrica. Una delle sue peculiarità, rispetto ad altri prodotti, è di impiegare una struttura in metallo, che dovrebbe assicurare maggiore resistenza nel tempo proprio ai raggi UV-C. Un dettaglio importante è che bisogna lasciare la stanza mentre opera: il sensore di movimento se rileva la presenza di umani e animali spegne tutto. L’esposizione ai raggi UV-C infatti, come spiega l’azienda, “può essere dannosa per gli occhi e la pelle”. La completa disinfenzione si ottiene con tempistiche diverse in relazione agli spazi, gli oggetti presenti e le superfici. Ad esempio si può ipotizzare per un soggiorno di poco meno di 30 metri quadrati almeno 45 minuti, mentre per una camera da letto da 20 metri quadrati circa 30 minuti. Per un bagno o una cucina circa 15 minuti o poco più. La modalità d’uso è poi estremamente facile, poiché oltre al pannello di controllo è presente un sistema vocale che guida passo nell’attivazione dei timer integrati. E prima dell’avvio sollecita i presenti a lasciare la stanza.
Disinfezione Covid-19 affidabile?
Signify non garantisce che qualsiasi utente sarà protetto da protezioni o contaminazioni. Inoltre è bene ricordare che non si tratta di un dispositivo medico. Ad ogni modo secondo i dati messi a disposizione dai laboratori NEIDL di Boston, e oggetto di una prossima pubblicazione scientifica della Boston University, le sorgenti di luce UV-C di Signify hanno dimostrato di essere in grado di ridurre del 99% la presenza del virus SARS-CoV-2 sulle superfici. L’efficacia dell’UV-C è comunque risaputa e recentemente si stanno sperimentando soluzioni robotiche ad hoc anche negli ospedali italiani. “Tutti i batteri e i virus testati fino ad oggi rispondono positivamente alla disinfezione UV-C. Nei test di laboratorio le sorgenti di luce UV-C hanno ridotto, in appena 9 secondi, la carica virale del SARS-CoV-2 _ virus responsabile del Covid-19 _ presente su una superficie, a livelli inferiori a quelli rilevabili”, ha puntualizzato l’azienda. La lampada da tavolo Philips UV-C è già disponibile in Italia e almeno fino a marzo sarà in esclusiva su Amazon. Il prezzo rilevato online è di 119,99 euro.