Carburanti, arriva la stangata pasquale

Arriva, puntualissima come ogni anno, la stangata di Pasqua a pesare sul portafogli degli italiani. E gli automobilisti sono sempre più contrariati, consapevoli che quel litro di benzina o gasolio costerebbe meno della metà senza balzelli ingiustificati e una lista infinita di accise. Tuttavia saranno milioni gli italiani che si muoveranno sulla rete autostradale italiana per il ponte pasquale.
Veniamo ai dati: già da giovedì scorso i prezzi dei carburanti avevano registrato un rialzo per quanto riguarda alcune compagnie di distribuzione. Per Eni, l’aumento è di 2 centesimi per la benzina e di 1 per il diesel, mentre per Tamoil l’innalzamento del costo è di 0,01 € per entrambe le tipologie di carburante, a differenza di Esso, che aggiunge un centesimo soltanto per il gasolio. Secondo le statistiche calcolate da Quotidiano Energia, il prezzo medio a livello nazionale per chi fa il pieno con il self service ammonta a 1,529 euro/litro, con un gap che, a seconda dei marchi, si sposta tra 1,523 e 1,555 euro/litro. Se invece si passa al servito, gli automobilisti devono spendere di più: da 0,07 a 0,17 €. Passiamo agli stessi dati per il diesel: si scopre che il costo in media è di 1,381 con cifre che vanno da 1,378 a 1,400 euro/litro. Per il pieno servito, invece, il prezzo medio diventa di 1,503 euro/litro con compagnie che offrono costi che vanno da 1,456 a 1,588 euro/litro. Rimane invece molto stabile il Gpl: i numeri, in questo caso, comprendono variazioni da 0,616 a 0,633 euro/litro.
La stangata pasqualina, però, non è finita qui: sono di oggi, infatti, le ultime correzioni e i rialzi registrati da Qe. Ai distributori di benzina si aggiungono anche quelli del marchio TotalErg, che si allineano più o meno alle altre compagnie aumentando l’importo carburante di 1 centesimo per benzina e diesel. Aumentano, di conseguenza, anche i prezzi medi nazionali. Rispetto ai dati di giovedì, il costo della benzina self service tocca la quota di 1,533, mentre quello del diesel 1,384. Con l’aiuto del personale di servizio, invece, si parla di 1,651 euro/litro per il carburante a base di petrolio, mentre per il gasolio la media è di 1,506 euro/litro.