Biotestamento, nuovo appello di Dj Fabo

E’ stato diffuso dall’Associazione Luca Coscioni un nuovo appello audio di Fabiano Antoniani (per gli amici Fabo), il dj divenuto cieco e tetraplegico dopo un incidente stradale, contro il nuovo rinvio della legge sul testamento biologico.
“Ho sentito che il Parlamento ha rinviato di tre settimane la legge sul testamento biologico e c’è il rischio che tutto vada perso. È scandaloso che non abbiano il coraggio di prendere la situazione in mano per tanti cittadini che vivono come me”, ha detto Fabiano con grande fatica. In un precedente appello al Presidente della Repubblica Mattarella, aveva rivendicato il diritto a morire. Un caso che riporta alla memoria quello di Piergiorgio Welby, morto di Sla (sclerosi laterale amiotrofica) dieci anni orsono.
La proposta di legge giace in Parlamento da tre anni e mezzo ormai e da allora ha subito continui rinvii: “Cosa impedisce al Governo di fare un passo indietro e ai Parlamentari favorevoli (con qualche eccezione: PD, M5S, SEL, socialisti e altri) di unire le proprie forze in una strategia comune che preveda l’approvazione rapida della legge e il passaggio senza emendamenti al Senato?” è il commento di Marco Cappato sul sito dell’Associazione Coscioni. E ancora: “Il problema è che ci sono dei temi sui quali nessun partito ha da guadagnare potere e sono proprio quelli i temi che, alla prima occasione utile, finiscono in fondo all’agenda. Uno di questi è il diritto dei malati ad essere liberi di decidere fino alla fine, anche attraverso il testamento biologico. L’appello di Fabo a Mattarella per un’assunzione di responsabilità da parte delle istituzioni finora è rimasto inascoltato”.
Un argomento spinoso, quello del biotestamento, che gli schieramenti politici hanno timore  di affrontare, non tanto per una questione etica (l’Italia è uno Stato laico), quanto per la paura di optare per una scelta che per alcuni potrebbe risultare impopolare. Timori però infondati, visto il crescente numero di cittadini che si dicono favorevoli a una legge sul testamento biologico. Nel precedente appello a Mattarella, il caso di Fabiano aveva avuto grande risalto con un milione e mezzo di visualizzazioni su Facebook e 130 mila su YouTube.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*