Airc, tornano le arance della salute nelle piazze italiane

L’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro inaugura, sabato 27 gennaio, il nuovo anno di raccolta fondi insieme ai suoi volontari.
Saranno oltre 2.500 le piazze impegnate a distribuire le Arance della Salute, frutto ormai divenuto un simbolo della ricerca contro il cancro. In questo 2018 l’Airc scende in campo per raccogliere fondi e investire 118 milioni di euro in 650 nuovi programmi di ricerca e progetti. Il meccanismo è sempre lo stesso: con una donazione di 9 euro si riceveranno 2,5 kg di arance e si offrirà il proprio contributo per costruire un futuro libero dal cancro.
L’obiettivo della raccolta fondi
L’obiettivo per quest’anno è garantire la continuità del lavoro di circa cinquemila ricercatori, di cui il 63% è donna e il 54% è under 40, impegnati nella lotta contro il cancro. All’inizio dell’anno l’Airc ha dato il proprio sostegno a 584 progetti di ricerca e 66 borse di studio mirate a sostenere i talenti dell’oncologia italiana, senza costringerli a lasciare il Paese. Oltre a questo, il secondo obiettivo strategico è quello di stringere alleanze internazionali con realtà di grande prestigio che condividono la missione di Airc. Inoltre, è di quest’anno la decisione di estendere la durata dei programmi di ricerca da 3 a 5 anni: un prolungamento mirato anche a valutarne meglio i risultati.
L’investimento di Airc e Firc
“Per il 2018 Airc e Firc hanno messo a disposizione della comunità scientifica italiana oltre 118 milioni di euro, un investimento straordinario per rispondere sempre meglio alle sfide che devono affrontare i ricercatori e alle necessità dei pazienti”. Ad annunciarlo è Federico Caligaris Cappio, Direttore Scientifico Airc, che ha reso noti anche due importanti programmi pronti a partire. “In primavera annunceremo i vincitori del bando per il nuovo programma 5 x 1000 dedicato allo studio delle metastasi con un finanziamento di circa 20 milioni di euro e prima dell’estate conosceremo i gruppi di ricerca che si sono aggiudicati il prestigioso Accelerator Award, per il quale AIRC ha impegnato circa 6 milioni di euro. Il bando, in collaborazione con Cancer Research UK (CRUK) e Fundación Científica – Asociación Española Contra el Cáncer (FC AECC), ha l’obiettivo di accelerare la ricerca traslazionale ampliando la rete internazionale di collaborazioni dei ricercatori dei tre Paesi”.
Alimentazione e cancro
Insieme alla retina con i 2,5 kg di arance che chiunque potrà acquistare nelle piazze, verrà consegnata anche una guida a cura dell’Airc su alimentazione e cancro. All’interno, oltre ai consigli dei ricercatori, anche tante ricette a base di arance firmate dagli chef della rivista “La Cucina Italiana”. Protagonista in copertina il campione del mondo di salto in alto indoor Gianmarco Tamberi: “Ho scelto di entrare nella squadra di AIRC perché solo la ricerca può aiutarci a sconfiggere questa terribile malattia. Il lavoro dei ricercatori è fondamentale ma tutti possiamo dare il nostro contributo per vincere questa sfida e io non voglio affatto tirarmi indietro”. Seguire un corretto stile di vita è fondamentale per abbassare il rischio di contrarre il cancro. Insieme all’alimentazione, bisogna prestare attenzione a fumo e sedentarietà. Come sottolinea Airc in un comunicato, un tumore su tre potrebbe non svilupparsi affatto se seguissimo stili di vita salutari. Inoltre, screening e diagnosi precoce sono fondamentali per il successo nei trattamenti neoplastici.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*